Esenzione di bollo

  • APS – ODV – ETS. Il DL 117/2019 al suo articolo 82 comma 5 stabilisce che “Gli atti i documenti, le istanze, i contratti nonché le copie anche se dichiarate conformi, gli estratti, le certificazioni, le dichiarazioni, le attestazioni e ogni altro documento cartaceo, informatico in qualunque modo denominato poste in essere o richiesti degli articoli di cui al comma uno [enti del terzo settore] sono esenti dall' imposta di bollo”.

  • ASD – SSD. La legge di bilancio 2019 (n. 145 del 2018) ha esteso anche ad associazioni e società sportive dilettantistiche senza fine di lucro riconosciute dal CONI l’esenzione dall’imposta di bollo per “Atti, documenti, istanze, contratti, nonché copie (…) estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richiesti…” già prevista per le Onlus, le federazioni sportive e gli enti di promozione sportiva.

Detta estensione ha comportato la modifica dell'articolo 27-bis della tabella allegata al


d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, Disciplina dell'imposta di bollo. Un siffatto intervento non può in alcun modo essere inteso - come sembra sostengano alcune banche - come provvisorio e valevole solo per l'anno 2019. A ciò si aggiunga che con risposta a interpello n. 361 del 30/8/2019 (su cui si veda F. Romei, Esenzione imposta di bollo su corrispettivi corrisposti da associati/tesserati e sui conti correnti l'Agenzia delle Entrate, in Newsletter n. 16/2019) l'Agenzia delle Entrate ha espressamente riconosciuto che gli estratti di conto corrente possono fruire dell’esenzione dall’imposta di bollo in forza della norma contenuta nella legge di bilancio per il 2019.



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti