Documento senza titolo

logo sportsizexl

Per poter utilizzare questo sito è necessario attivare JavaScript.

Gli approfondimenti - Sportsizexl

Vai ai contenuti

Menu principale:

APPROFONDIMENTI
La Legge 398/91: IVA agevolata
LEGGE 398/1991

Il problema dei ricavi fatturati ma non ancora riscossi al termine dell’esercizio

Può capitare che un sodalizio, negli ultimi giorni dell’esercizio, emetta fattura a fronte di un corrispettivo pattuito (ad esempio, a fronte di un contratto di sponsorizzazione) ma che tale corrispettivo venga effettivamente incassato nel corso dei primi giorni, o mesi dell’esercizio successivo.

Come comportarsi in tale situazione ai fini della tassazione dei ricavi e del versamento della relativa IVA?

Momento impositivo ai fini delle imposte dirette:
Il regime fiscale della legge 398/91 è infatti un regime speciale, che prevede ai fini delle imposte sui redditi l’imputazione dei ricavi secondo il criterio di cassa, nel quale la tassazione avviene nell’esercizio e nella misura in cui i proventi vengono incassati dall’ente non commerciale
L’art. 2, comma 5, della legge prevede espressamente che “il reddito imponibile ...è determinato, applicando all’ammontare dei proventi conseguiti nell’esercizio di attività commerciali il coefficiente di redditività ...”.
Tale principio è stato chiarito dalla stessa Amministrazione Finanziaria nella Circolare del Ministero della Finanze n. 1 del 11/2/1992, ai sensi della quale: “... stante la particolarità della disciplina introdotta dalla L. 398 per i soggetti ivi indicati, ai fini dell’individuazione dei proventi in argomento deve aversi riguardo al criterio di cassa”.
Ulteriore conferma nel D.M. 18/5/95 che ripete pressoché integralmente tale affermazione:
“Stante la particolarità della disciplina introdotta dalla L. 398 occorre precisare che per l’individuazione dei proventi conseguiti nell’esercizio di attività commerciali deve aversi riguardo al criterio di cassa”.

Momento rilevante ai fini del versamento dell’IVA:
Per l’individuazione del “momento impositivo” occorre far riferimento all’art. 6 del D.P.R. 633/72, il quale prevede che le cessioni di beni si considerano effettuate al momento della consegna o spedizione alla controparte, mentre le prestazioni di servizio (tra le quali rientrano le prestazioni di pubblicità e sponsorizzazione, che rappresentano gran parte delle operazioni normalmente effettuate dalle ASD) si considerano effettuate al momento dell’incasso del corrispettivo.
Tuttavia il medesimo art. 6, al comma IV, stabilisce che “se anteriormente al verificarsi degli eventi indicati nei precedenti commi o indipendentemente da essi sia emessa fattura ... l’operazione si considera effettuata, limitatamente all’importo fatturato ..., alla data della fattura”.
Né la Legge 398/91 né il D.M. 11/2/97, che ha approvato il modello per la registrazione dei corrispettivi contengono una deroga alle regole generali del D.P.R. 933/72, ad anzi il D.M. fa riferimento all’art. 2 alle “operazioni poste in essere in ciascun mese”, e all’allegato A alle “operazioni fatturate o, in mancanza del relativo obbligo, effettuate in ciascun mese”.
Tale principio è richiamato anche dal D.M. 18/5/95 che, dopo quanto riguarda le imposte dirette, prosegue affermando: “nel cui ambito, peraltro, resta fermo il principio voluto dalla normativa IVA secondo cui vanno computati gli introiti fatturati ancorché non riscossi”.
Pertanto non possono esserci dubbi che l’emissione di una fattura comporti l’obbligo del versamento dell’Iva relativa ancorché la fattura non sia stata ancora incassata.

Problema del supero del Plafond di € 250.000,00 a livello di proventi solo fatturati ma non
incassati: in relazione a questa questione non esistono disposizioni ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, occorre pertanto procedere ad una operazione interpretativa della norma.

1) ai sensi dell'art. 1 della L. 398/91 possono optare per il regime speciale "... le associazioni sportive.....che nel periodo d'imposta precedente hanno conseguito ... proventi (commerciali) per un importo non superiore ad € 250.000,00 .....");
2) ai sensi della circolare interpretativa n. 1/1992 sopra citata "...ai fini dell'individuazione dei proventi in argomento deve aversi riguardo al criterio di cassa";
3) nell'ambito di tale criterio (D.M. 18 maggio 1995) "resta fermo il principio voluto dalla normativa IVA secondo cui vanno computati gli introiti fatturati ancorché non riscossi..."; ne consegue che, anche ai fini del supero del Plafond di € 250.000,00, dovrebbe aversi riguardo al
criterio di cassa.
E ciò in quanto la determinazione del Plafond fa riferimento ai proventi, terminologia legata al settore delle Imposte Dirette, laddove in ambito IVA vengono utilizzati termini differenti, quali “volume d’affari”, “operazione imponibile”, “corrispettivo”, “valore normale” ecc.
La stessa Agenzia delle Entrate, nella “Guida del Contribuente n. 1/2007 – le agevolazioni fiscali a favore dell’attività sportiva dilettantistica”, a pag. 11 parla esplicitamente di “proventi conseguiti” non superiori ad € 250.000,00 quale condizione oggettiva per l’applicazione dell’agevolazione.

Detto questo invito ad usare “con molta cautela” l’interpretazione. Non si può non rilevare come l’interpretazione che l’Agenzia Entrate e la SIAE danno al concetto di “provento” ai fini del supero del plafond è esattamente il “contrario” e che pertanto in presenza di importi fatturati per un valore superiore a € 250.000,00 la contestazione di supero del plafond è pressoché certa.
Considerate le pesantissime conseguenze in termini di importi contestati si consiglia un atteggiamento prudente nella gestione della problematica, evitando di fatturare importi non incassati, soprattutto se si superi – a livello di fatturato – il plafond previsto dalla legge.
Anche perché essendo le gli importi da fatturare relativi a prestazioni di servizi (sponsorizzazioni, pubblicità) non esiste alcun obbligo di emissione della fattura prima del pagamento della prestazione.

Sportsizexl.it website reputation
Copyright 2016 Sizexl s.r.l.s. Tutti i diritti sono riservati. PIVA 03898160167
I termini d'uso di questo sito sono soggetti alle Condizioni d'uso, Utilizzo dei Cookie e Privacy Policy Sizexl
La nostra realtà
Lavora con noi
Approfondimenti
logo facebook
logo linkedin
logo twitter
logo skype
logo email
Torna ai contenuti | Torna al menu